sabato 21 maggio 2011

Motivazione e impegno fisico: un'analisi in due mercati

La scorsa volta abbiamo parlato della motivazione e delle intuizioni naturali delle persone per quanto riguarda vari tipi di pagamento in mercati monetari o sociali.
Oggi vedremo insieme un esperimento sul comportamento reale, incentrato sullo sforzo prettamente "fisico".

Il secondo esperimento dello studio "Effort for payment" è stato condotto su 159 studenti, divisi in 5 gruppi. Vennero incrociati due tipi di pagamento (denaro o Jelly Belly) e due livelli di pagamento (basso - $0.10 o l'equivalente in Jelly Belly; medio - $4.00 o l'equivalente in Jelly Belly).
Naturalmente venne previsto anche un gruppo di controllo, al quale nessuna menzione ad un qualsiasi tipo di pagamento venne fatta.
La distinzione tra mercato monetario e sociale è stata attuata prevedendo due diversi tipi di pagamento: in denaro nel primo caso e in caramelle nel secondo. I dolci sono oggetto di scambi sociali, che dunque porta il soggetto ad applicare le regole del mercato sociale, basato sull'altruismo.

L'attività proposta ai soggetti venne definita dagli stessi come totalmente priva di qualsiasi motivazione intrinseca: si trattava di spostare una "palla" (in realtà un cerchio di colore grigio) dalla parte sinistra dello schermo su un'area di forma quadrata nella parte destra dello schermo. Il compito consisteva nello spostare il numero più alto possibile di queste "palle" in un periodo di 3 minuti.
Se i soggetti non erano nel gruppo di controllo, prima dell'inizio del compito sullo schermo sarebbe comparsa un'indicazione riguardante il pagamento che avrebbero ricevuto.
Per enfatizzare questo aspetto, ai partecipanti veniva chiesto di scrivere la frase "Ho partecipato all'esperimento con la palla ed ho ricevuto [l'incentivo promesso]", quindi firmare il proprio nome. Ai partecipanti del gruppo di controllo veniva chiesto di scrivere semplicemente una frase con cui affermavano di aver partecipato allo studio.

Guardiamo insieme i risultati.

I dati sperimentali confermano l'ipotesi 1a, nella condizione di pagamento in denaro l'impegno erogato aumentava con l'aumentare del compenso promesso; l'ipotesi 1b, l'impegno erogato nella condizione di pagamento in Jelly Belly è risultato insensibile alle variazioni nel livello di pagamento. Entrambi i risultati confermano l'ipotesi 1, dimostrando l'interazione attesa tra livello di pagamento e modalità di pagamento nel determinare l'impegno erogato in un compito dato.
Come previsto dall'ipotesi 1c, l'impegno erogato era più basso nel caso di un basso pagamento in denaro rispetto a nessun pagamento. Tuttavia, lo sforzo nel caso il pagamento fossero le caramelle non subiva modifiche al variare del livello di pagamento.
La differenza tra i due tipi di pagamento basso è risultata significativa. E' inoltre interessante il fatto che nella condizione "nessun pagamento" la media di palle spostate era maggiore di 10 rispetto alla media nella condizione "pagamento medio in denaro", ma questa differenza è risultata non significativa.

Le intuizioni naturali delle persone, analizzate nel primo esperimento, risultano accurate se confrontate con questi risultati. Trattasi, comunque, di un comportamento che richiede uno sforzo prettamente fisico, non mentale. E' possibile che nel caso il compito richiesto richieda un ragionamento logico i risultati siano diversi?

Nel prossimo post analizzeremo insieme il terzo e ultimo esperimento dello studio "Effort for payment", che appunto prevede un compito cognitivo, per stabilire se i risultati visti finora verranno confermati o meno.

Maria Petrescu

Illustrazione: http://www.popeye.com/



Motivation and physical effort: an analysis in two markets


Last time we talked about motivation and people's natural intuitions about various types of payment in different markets.
Today we're going to analyze an experiment of real behavior in a case where physical effort is required.

The second experiment in the study "Effort for payment" had 159 participants divided in 5 groups. Two types of payment (money or Jelly Bellies) were crossed with two levels of payment (low - $0.10 or the equivalent in Jelly Bellies; medium - $4.00 or the equivalent in Jelly Bellies).
There was also a control group to which no mention to any form of payment was made.
The distinction between monetary market and social market was made introducing the two types of payment: cash in the first condition, candy in the second. Candy is used as a social exchange, thus making the subject apply the social market rules, based on altruism.

The activity the participants had to engage in was defined as absolutelly empty of any kind of intrisec motivation. They had to move a ball (actually a light grey circle) from the left side of the screen to a square dark grey area on the right of the screen. The goal was to move as many balls as possible in 3 minutes.
Before they started, if the participants weren't in the control group, a screen reminding them of their retribution would appear.
As a further reminder of the retribution they would receive, the subjects were asked to write "I participated in the ball study and received [the incentive promised]" and sign their names.
The control group was only asked to write an aknowledgment of their participation in the experiment.

Let's take a look at the results.

The experimental data confirm Hypothesis 1a: the effort in the cash condition increases with the level of payment; Hypothesis 1b, effort in the Jelly Belly condition is insensitive to variations in level of payment. Both results confirm Hypothesis 1, demonstrating the attended interaction between level of payment and type of payment in determining effort in a given task.

Hypothesis 1c: the effort was lower in the low cash condition than in the no payment condition. However, the effort in the candy payment condition didn't vary with level of payment variations.
The difference between the two low payment conditions was found to be significant. It is quite interesting to note that in the no payment condition the effort was 10 ball drags higher than in the medium cash payment condition, but this difference wasn't statistically significant.

People's natural intuitions, analyzed in the first experiment, seem to be accurate when confronted with these results. However, we're talking about a behavior that requires a purely physical effort, not mental.
Is it possible that a task which requires logical reasoning might lead to another kind of results?

In the next post we will analyze the third and last experiment in the "Effort for payment" study, which includes a cognitive task to see if the results we have seen so far are confirmed.

Maria Petrescu

Illustration: http://www.popeye.com/

Nessun commento:

Posta un commento