sabato 18 giugno 2011

F-commerce: reale opportunità o nuova bolla?


L'F-commerce, uno dei possibili derivati dell'E-commerce, può essere considerato come l'utilizzo di Facebook quale piattaforma per facilitare ed eseguire le transazioni (vendite), sia direttamente che esternamente, utilizzando appunto Facebook Open Graph. L'F-commerce ricalca quindi i modelli di social commerce, ovvero l'utilizzo di social media e/o online media che supportano interazioni sociali e contributi degli utenti, al fine di favorire la vendita e l'acquisto di beni e servizi online.

Facebook, con i suoi circa 700 milioni di utenti, potrebbe pertanto rappresentare un mercato potenziale enorme, tanto da spingere alcuni analisti a ipotizzare che nei prossimi cinque anni il valore delle transazioni eseguite via Facebook sarà maggiore di quello di Amazon.

Fondamentalmente l'F-commerce è composto da quattro aspetti cruciali:
- Trial o campioni di prova mirati all'acquisizione di nuovi clienti;
- Customer Loyalty, aumentare la fidelizzazione e quindi la probabilità che i clienti tornino ad acquistare.
- Customer Advocacy (passaparola): si tratta dei cosiddetti "apostoli", clienti che non solo acquistano, ma diffondono feedback positivo a proposito dell'azienda;
- Customer Experience: probabilmente l'aspetto più importante di tutti, ovvero quello che permette di integrare le strategie di CRM e customer care in un'ottica veramente sociale.

Dal punto di vista degli utenti, l'acquisto via Facebook ricalca le dinamiche sociali dello shopping in real-life: si chiedono consigli agli amici e si condivide l'esperienza.

Da un lato ci sono gli innegabili vantaggi:
- gli utenti Facebook spendono online più del doppio degli utenti che non usano Facebook;
- se un cliente mette il Like a un brand:
° la probabilità che effettui un acquisto aumenta del 51%;
° la probabilità che torni ad effettuare un acquisto aumenta del 28%;
° la probabilità che raccomandi il brand aumenta del 41%.

Dall'altra parte gli scettici ribattono con dati non altrettanto incoraggianti:
- il mercato di Facebook rappresenta solo 1/3 di quello Mobile, 4% dell'intero mercato digitale;
- un report di Booz & Allen ha rivelato che il 73% degli acquirenti online non comprerebbe attraverso Facebook o altri social network;
- solo il 7% dei retailer afferma che Facebook è un tool di acquisizione clienti efficace;
- una campagna marketing via email genera un click-through dell'11% e un conversion rate del 4%, mentre secondo Forrester Facebook genera un click-through dell'1%, e solo il 2% di questi diventano clienti;
- solo 1% delle visite arriva da un social media, dato che mette in dubbio l'effettiva capacità di Facebook di diventare un vero e proprio generatore di traffico e-commerce.

I dati che abbiamo a disposizione ci portano dunque a ipotizzare per Facebook un destino come strumento di marketing, più che come piattaforma di vendita.

"Se dovessi indovinare, direi che il social commerce sarà il prossimo a prendere il via."
Mark Zuckerberg

Maria Petrescu



Photo credit: Sister.net.au

F-commerce: a valid opportunity or just another bubble?

"F-Commerce, derived from e-commerce, is the use of Facebook as a
platform for facilitating and executing sales transactions - either on Facebook itself or
externally via the Facebook Open Graph.  F-commerce is a form of social commerce, the use
use of social media, online media that supports social interaction and user contributions, to
assist in the online buying and selling of products and services."

Facebook, with its 700 million users, represents a huge potential market, so huge that the value of transactions completed within Facebook is predicted to supersede those on Amazon over the next five years.

F-commerce is composed of 4 fundamental aspects:
- Trials (driving customer acquisition)
- Customer loyalty (increasing the probability that customers will re-purchase)
- Customer advocacy (word of mouth) turning the customer into a company advocate, driving customer acquisition
- Customer experience: probably the most important of all, the integration of CRM and customer care strategies in an authentic social model.

From the customer's point of view, buying through Facebook displays the same social dynamics as real-life shopping: you ask friends for an opinion and share your experience.

On the one side there are undeniable advantages:
- Facebook users spend more than double online than non facebook users
- if a Customer hits the "Like" button:
- the probability he will purchase increases by 51%;
- the probability he will re-purchase increases by 28%;
- the probability he will recommend increases by 41%.

On the other hand skeptics respond with not so encouraging data:
- the Facebook market is only 1/3 of the mobile commerce market, 4% of the entire digital market;
- a Booz & Allen report has revealed that 73% of online shoppers would not buy through Facebook or any other social network.
- only 7% of retailers confirm that Facebook is an effective customer acquisition tool;
- Email marketing campaigns can boast an 11% click-through rate and a 4% conversion
rate, Forrester's findings show that Facebook can only generate a 1% click-through rate,
with only 2% of those people converting to actual customers;
- only 1% of visits come from a social network URL, an information that casts a dark shadow on the actual
possibility of Facebook becoming an important e-commerce traffic generator.

The data we have seen leads us to imagine Facebook as a marketing tool more than a sales platform.

"If I had to guess, social commerce is the next area to really blow up”
Mark Zuckerberg

Maria Petrescu

Photo credit: Sister.net.au

Nessun commento:

Posta un commento