giovedì 23 giugno 2011

M-commerce: un possibile scenario futuro


Il Mobile Commerce è definito come "qualsiasi transazione che implica il trasferimento di proprietà o di diritti all'uso di beni e servizi, la quale è avviata e/o conclusa attraverso l'uso di dispositivi mobili connessi ad una rete di computer."

Forrester ha pubblicato recentemente uno studio interessante riguardardante l'm-commerce, arrivando alle seguenti conclusioni.

"Si prevede che il Mobile Commerce arrivi ad un valore di 31 miliardi di dollari nel 2016. Se da una parte questo rappresenta una crescita annua del 39% dal 2011 al 2016, ci aspettiamo che il mobile commerce costituisca il 7% delle vendite e-commerce complessive entro il 2016. Più consumatori acquisteranno più prodotti e categorie sui loro dispositivi mobili nel tempo, l'investimento dei retailer nel canale mobile continua a rimanere modesto: le aziende tentano di calcolare il ROI degli investimenti mobile e gestiscono con molta circospezione molte questioni difficili, ad esempio su quanti dispositivi scommettere, se fare partnership con terze parti, se sviluppare una app, come integrare le operazioni mobile in quelle del neegozio, e come valutare l'impatto del mobile sulle vendite complessive."

Se volete leggere l'intero studio, potete acquistarlo qui: http://www.forrester.com/rb/Research/mobile_commerce_forecast_2011_to_2016/q/id/58616/t/2 per 499 dollari.


Forrester afferma che il 24% degli adulti Americani che utilizzano un i'Phone e il 21% degli utenti Android hanno usato un'applicazione per lo shopping negli ultimi tre mesi.

Quest'informazione è indicativa di un trend in rapida crescita, ma il mercato del mobile rappresenta pur sempre una piccola parte dell'intero mercato digitale.

Nello scorso anno, l'utilizzo di Twitter via mobile browser è incrementato del 347%, mentre per Facebook è stato del 112%.

6% dei possessori di cellulari negli Stati Uniti riferiscono di usare già una app di mobile shopping per acquistare prodotti, mentre il 20% ha espresso un interesse nel fare lo stesso, secondo i dati raccolti da Forrester.

Molti retailer hanno già sviluppato strategie in cui le mobile app e i siti mobile commerce coesistono, rendendo la domanda "quale delle due" irrilevante. Le applicazioni mobile non hanno la stessa capillarità dei siti, ma hanno il vantaggio di offrire un'esperienza molto più ricca e coinvolgente.

Sfortunatamente molti utenti sostengono che non farebbero pagamenti con il telefono, ma a quanto pare alcune aziende stanno già sviluppando una soluzione a questo problema.

Vodafone, O2 e Everything Everywhere saranno partner nella creazione di SIM card con chip NFC (Near Field Communication) integrati, le quali permetteranno a praticamente ogni cliente mobile di fare shopping online dal proprio dispositivo in modo sicuro e fare pagamenti contactless.

Anche Google sta esplorando questo campo, ed Eric Schmidt ha recentemente affermato che l'advertising mobile e i pagamenti mobile saranno un affare da trilioni di dollari.

Maria Petrescu




Mobile Commerce is defined as "any transaction, involving the transfer of ownership or rights to use goods and services, which is initiated and/or completed by using mobile access to computer-mediated networks with the help of an electronic device."

Forrester has published an extremely interesting forecast regarding m-commerce, and they have reached the following conclusions.
"Mobile commerce is expected to reach $31 billion by 2016. While this represents a compounded annual growth rate of 39% from 2011 to 2016, mobile commerce is only expected to be 7% of overall eCommerce sales by 2016. While more consumers will purchase more products and categories on their mobile devices over time, retailer investment in the mobile channel continues to remain modest as companies struggle to value the ROI around mobile investments and they cautiously navigate many difficult questions such as how many devices to bet on, whether to partner with third parties, whether to develop an app, how to integrate mobile into store operations, and how to value the impact of mobile on overall sales."

If you want to read the entire study, you can purchase it here http://www.forrester.com/rb/Research/mobile_commerce_forecast_2011_to_2016/q/id/58616/t/2 for $499.

Forrester says 24% of U.S. adult online iPhone users and 21% of Android users have used a shopping application in the past three months.

This information tells us that m-commerce is growing rapidly, but still represents a small part of the digital market. 

In the past year, Twitter via mobile browser has increased 347%, whereas Facebook's increase was 112%.

6% of cellphone owners in the United States report that they are already using a mobile shopping app to buy products, with a further 20% expressing an interest in doing so, Forrester says.

Many retailers have already developed strategies in which mobile apps and mobile commerce websites coexist. making the "which" question irrelevant. Mobile apps don't have the reach of mobile commerce sites, but they deliver a richer, more involving experience.

Unfortunately many users say they wouldn't make payments with their phone, but apparently some companies already have a solution to that issue.
Vodafone, O2 and Everything Everywhere are going to be partnering on the creation of SIM cards with built-in NFC (Near Field Communication) chips, which will allow virtually every mobile customer to access safe shopping online from mobiles and make contactless payments. 
Google is already exploring this field, and Eric Schmidt has stated that mobile advertising and payments will be a trillion dollar industry.

Maria Petrescu

Nessun commento:

Posta un commento